lunedì 28 novembre 2011

Torta con grano saraceno glassata

Buon compleanno Sweet Home Cake!


































eh, sì, amici miei...venerdì 25 novembre si è compiuto il primo compleanno di Sweet Home Cake! Auguriiiiii!!!! 
(beh, forse è un tantino troppo autocelebrativo, visto che poi sarei io la festeggiata...). 
Ora dovrei fare un bel discorsetto su come la mia vita sia cambiata da quando il blog è nato, di come si sia rivelato un utilissimo strumento di lavoro, un nuovo ed interattivo ricettario condiviso, di come io sia maturata ed abbia avuto il coraggio di voltare pagina, di come a volte abbia pensato di lasciare tutto e smettere...

































Ma io non farò nulla di tutto ciò, non vorrei assolutamente annoiarvi e quindi l'unica cosa che dirò, sarà: oh, come sguren i dì (che nel mio dialetto significa: oh, come volano i giorni...). 
Per festeggiare ho realizzato una torta di grano saraceno, decorata con glassa. Riporto qui sotto la ricetta della torta di grano saraceno (che ho trovato in rete, cucina naturale- Giuseppe Capano - cui ho fatto qualche modifica) con farcitura di marmellata di mirtilli e mandorle tostate. Insomma, un insolito dolce casalingo, no? e poi, tra le altre cose, è senza latte e derivati e pure senza glutine ;). Ho aggiunto una pagina, relativamente al "senza glutine"...se vi ca di dare un occhio, mi fate un piacerone! La ricetta della glassa, invece, è ancora in fase di definizione, per cui aspetto a metterla nero su bianco...

Ingredienti (per una tortiera da 20-22 cm):

75 g di farina di grano saraceno 
75 g di farina di riso 
75 g di zucchero 
2 uova 
200 ml di latte di soia (o di latte vaccino, se preferite)
½ bustina di lievito per dolci 
marmellata di mirtilli (per farcire)
75 g di mandorle tostate e tritate grossolanamente (per farcire)

Preparazione:

Mettere in una ciotola capiente le uova con lo zucchero e sbattere per qualche minuto, con le fruste elettriche. Aggiungere la farina di riso, il lievito e la farina di grano saraceno. Ammorbidire con il latte di soia (io ne ho usato meno, a dire il vero, ma regolatevi voi) e mescolare con cura. Versare nella tortiera, unta con olio e infarinata. Cuocere in forno caldo a 180°C per circa 30 minuti, verificando la cottura con uno stecchino. Sfornare, lasciare raffreddare, tagliare a metà e farcire con marmellata di mirtilli e mandorle tostate e tritate grossolanamente. Spolverare con zucchero a velo (prometto che poi approfondirò la questione "fondente di zucchero").




giovedì 24 novembre 2011

Ciambella alle banane


































Dodo mangia almeno una banana al giorno. Forse un po' troppo, ma che ci vuoi fare? le adora. Sta di fatto che ho sempre in casa un mucchio di banane e, se proprio capita il caso che ne avanzi qualcuna, ho trovato il modo di recuperarle con una torta golosissima, profumata e molto morbida. Tutti hanno gradito (non solo Dodo, come era ovvio aspettarsi, ma anche tutta la "famigghia"), ma d'altra parte mi piace vincere facile (bon sci bon sci bon bon bon), la ricetta è di di Donna Hay!

Ingredienti:

per la torta:

125 g di burro morbido
225 g di zucchero semolato
50 g di zucchero di canna
3 uova
270 g di farina 00
2 cucchiaini di lievito chimico per dolci
1 cucchiaino di cannella in polvere
200 g di panna acida (in vendita all'esselunga)
240 g di banana schiacciata

per la salsa al caramello:

150 g di zucchero di canna
250 ml di panna fresca

Preparazione:

Mettere in una ciotola il burro con lo zucchero semolato e di canna. Lavorare con le fruste elettriche fino ad ottenere un composto bianco e spumoso. Incorporare le uova, una per volta, e sbattere bene. Setacciare la farina con il lievito, mescolare con un cucchiaio di legno. Aggiungere la cannella, la panna e la banana schiacciata, mescolando con cura. Versare il composto in uno stampo da ciambella e cuocere in forno caldo a 180°C per 45 minuti, verificando la cottura con uno stecchino. Fare raffreddare su una griglia. Nel frattempo, preparare la crema al caramello. Mettere in un pentolino la panna e lo zucchero di canna e cuocere a fuoco medio fino a quando lo zucchero si sarà sciolto. Alzare la fiamma e cuocere a fuoco vivace per una decina di minuti, in modo che la salsa si addensi. Togliere dal fuoco e lasciare raffreddare, prima di utilizzare sulla torta.


mercoledì 23 novembre 2011

SweetHomeCake@elledue














Giovedì 17 novembre si è tenuta la serata di inaugurazione del rinnovo dell'esposizione del centrocucine Elledue, a Meda. Sweet Home Cake ha avuto l'onore di curare il buffet dei dolci, con produzione casalinga di insoliti dolci ;)
Bellissima serata, grandissima soddisfazione nel vedere le mie torte apprezzate e gustate...altro piccolo passo verso la realizzazione del sogno.














grazie a tutti!

lunedì 21 novembre 2011

Crostata Monterossina















Io adoro Monterosso...il paese, il mare, l'aria che si respira passeggiando per i suoi carruggi. E' stato tremendo vedere le immagini in televisione del disastro provocato dall'alluvione e spero con tutto il cuore che in qualche modo Monterosso riesca a rinascere. per questo motivo, ho voluto celebrare la città cercando di riproporre il suo dolce tipico. Non sono riuscita del tutto a ricreare lo stesso equilibrio di sapori, ma la torta è buona e molto somigliante con l'originale. Si tratta di una crostata (sopra-sotto) con uno strato di marmellata di albicocche, uno strato generoso di crema pasticcera e uno strato finale di gocce di cioccolato. Insomma, proprio come la città di Monterosso, è un dolce generoso. 

Comunicazioni d'ufficio:

Se qualcuno desiderasse dare un piccolo contributo per la ricostruzione della città, ho lasciato in evidenza il link sulla destra.

Manca poco più di una settimana al termine del secondo mese di concorso! forza, dai, partecipate numerosi lasciandomi una vostra ricetta di crostata tra i commenti del post del concorso.

Ingredienti:

pasta frolla:

300 g di farina 00
125 g di burro
120 g di zucchero
2 tuorli+1 uovo intero
mezza bustina di lievito

crema pasticcera:

500 ml di latte intero fresco
2 tuorli
150 g di zucchero
2 cucchiai pieni di farina 00
estratto di vaniglia naturale

marmellata di albicocche

gocce di cioccolato a profusione

Preparazione:

Unire gli ingredienti della pasta frolla e procedere come d'abitudine ad impastare. Lasciare riposare in frigorifero e intanto preparare la crema pasticcera. Mettere in un pentolino capiente il latte e portare ad ebollizione. Unire in una ciotola lo zucchero, i tuorli e la farina e mescolare fino ad amalgamare bene gli ingredienti. Incorporare un mestolo di latte caldo, mescolare per temperare le uova e versare il composto nel pentolino con il restante latte caldo. Cuocere a fiamma bassa mescolando fino ad addensamento della crema. Spegnere il fuoco e lasciare raffreddare. 
Stendere poco più di metà pasta frolla sul fondo e sui bordi di in una tortiera alta e spalmare uno strato di marmellata di albicocche sul fondo. Versare la crema pasticcera, livellare e coprire con uno strato generoso di gocce di cioccolato. Chiudere la torta con un secondo strato di pasta frolla, sigillando bene i bordi.
Cuocere in forno caldo a 180°C per circa 40 minuti. Lasciare raffreddare e conservare in frigorifero.




































martedì 15 novembre 2011

Bonnet




































Bonnet si legge esattamente come è scritto (non si dice la doppia, ma in effetti non sono nemmeno sicura che si scriva con due b)...in pratica, non si legge alla francese, ma è una parola dialettale piemontese. Un paio di fine settimana fa, ad Alba, ho avuto l'immenso piacere di assaggiare questo budino a base di cioccolato ed amaretti e mi ha conquistato immediatamente....come logica conseguenza, appena arrivata a casina, ho provato a farlo...OTTIMO!!! provateci pure voi!

Ingredienti:

500 ml di latte intero fresco
100 g di amaretti
100 g di cioccolato fondente
2 uova intere
1 cucchiaio di Amaretto di Saronno
150 g di zucchero per il caramello

Preparazione:

Per prima cosa preparare il caramello. Mettere lo zucchero in una padella antiaderente e cuocere a fuoco medio fino a quando lo zucchero non si sarà sciolto e scurito. Spegnere, lasciare raffreddare e versare sul fondo dello stampo da budino. Mettere le uova in una ciotola capiente, sbatterle e aggiungere cacao, zucchero, Amaretto di Saronno, latte tiepido e cioccolato sciolto. Tritare con le mani gli amaretti e aggiungerli al composto. Amalgamare bene l'impasto. Versare tutto nello stampo da budino e cuocere a bagnomaria in forno a 170°C per 45 minuti. Sfornare, lasciare raffreddare e mettere in frigorifero per una notte, prima di servire.

venerdì 11 novembre 2011

Crostatine meringate al limone

ricetta di Donna Hay


































Queste crostatine sono il dolce preferito di Giorgia (cara amica). E' stata una vera emozione sapere che tra qualche mese avrà un bimbo...così mi è venuta voglia di festeggiarla, a modo mio. Il gusto è molto delicato e fresco ed è adatto ad un fine pasto "della domenica".
Anche se poi il dolce era destinato ad altri festeggiamenti (compleanno nipotina e suocera), la dedica resta comunque per te, Giorgia. Auguri!!!

Ingredienti:

pasta frolla:

200 g di farina
100 g di burro
100 g di zucchero
1 tuorlo
acqua fredda q.b.

ripieno:

3 cucchiai di maizena
250 ml di acqua
110 g di zucchero
125 ml di succo di limone
2 tuorli
60 g du burro

copertura:

3 albumi
170 g di zucchero semolato

Preparazione:

Preparare la frolla, come d'abitudine (o seguendo le mie indicazioni, qui). Mettere la frolla in frigorifero a rassodare (io la metto a rassodare dopo averla stesa negli stampini). Nel frattempo, preparare il ripieno: mettere in una ciotola la maizena e l'acqua e sbattere ben bene il composto fino ad ottenere un impasto liscio. Versare il tutto in un pentolino su fuoco medio ed aggiungere il succo di limone e lo zucchero, mescolando di continuo, fino a portare il composto a bollore. Proseguire la cottura fino a rassodamento (5 minuti circa). Togliere dal fuoco e incorporare il tuorlo e il burro a pezzetti, mescolando bene, per amalgamare gli ingredienti della crema. Lasciare raffreddare completamente, riponendo in frigorifero. Stendere la pasta frolla negli stampini (se non l'avete fatto in precedenza) e cuocere in forno caldo a 180°C per circa 15 minuti. Per fare in modo che la pasta frolla non si gonfi, potete riempire i gusci di pasta frolla con carta da forno e fagioli secchi o riso crudo. Oppure, se come me siete un po' pigre, potete sorvegliare a vista il forno e intervenire con il dorso di un cucchiaio, dando dei colpetti ben assestati alle frolle sovversive. Sfornare, lasciare raffreddare. Riempire con la crema al limone e mettere in frigorifero. Nel frattempo, preparare la meringa. Mettere in una ciotola capiente gli albumi e montarli a neve, aggiungendo gradualmente lo zucchero semolato, fino ad ottenere un composto liscio e lucido. Togliere le crostatine dal frigorifero e guarnirle con cucchiaiate di meringa. Passare le crostatine in forno, modalità grill, per 2-3 minuti.
Gustarle!

mercoledì 9 novembre 2011

Ciambella alle carote e nocciole


































A proposito di semplicità...come non citare la torta alle carote? Golosa, leggera, e ne puoi mangiare anche due fette che non ti senti attanagliare dal famigerato senso di colpa. Insomma, una perfetta merenda autunnale, da accompagnare con il the delle amiche. Dulcis in fundo...tra gli ingredienti compaiono anche le nocciole che, come le mele, a casa dei miei sono prodotte in grande quantità! Meglio di così...

Ingredienti:

180 g di carote tritate grossolanamente nel mixer da cucina
125 g di nocciole tritate
175 g di farina
100 g di zucchero
1/2 bustina di lievito chimico per dolci
10 g di cannella in polvere
125 g di olio d'arachidi
2 uova sbattute

Preparazione:

Unire in una ciotola capiente la farina, lo zucchero, la cannella, il lievito e le nocciole tritate. Mescolare con cura ed aggiungere la carote, l'olio di semi d'arachide e le due uova sbattute. Versare l'impasto ben amalgamato in una tortiera (io ho scelto la forma della ciambella, che fa tanto "dolce casalingo") imburrata e infarinata e cuocere in forno caldo a 180°C per circa 40 minuti, verificando la cottura con uno stecchino. Far raffreddare la torta e coprirla, una volta completamente fredda, di glassa al limone (ottenuta con 125 g di zucchero a velo e il succo di circa un limone, aggiungendolo poco per volta, fino ad ottenere la consistenza voluta).

martedì 8 novembre 2011

Conto alla rovescia...

manca pochissimo...entro sera ci sarà la resa dei conti...chi avrà vinto il set Barazzoni, aggiudicandosi la vittoria del primo mese di concorso? Tra pochissimo sul sito ufficiale Hero! correte a controllare!

venerdì 4 novembre 2011

Torta di noci

quando la semplicità premia...





















Torta di noci?!? ma non sarà una torta amara? oppure una torta di quelle che, quando le hai mangiate, ti resta ancora in bocca la voglia di dolce (praticamente la peggio cosa che possa capitare dopo un dessert...)?
no no, niente paura, non è questo il caso. Sebbene gli ingredienti siano davvero molto semplici e sebbene le noci non siano propriamente dolci, il risultato finale è decisamente goloso.
Con questa ricetta partecipo al contest "La Torta d'autunno" di Semplicemente Pepe Rosa e Mama Shabby...incrociamo le dita!





Ingredienti:

 - 250 g di noci tritate
 - 4 uova
 - 250 g di zucchero
 - 100 g di farina
 - 125 g di burro

Preparazione:

Tritare le noci nel mixer. Separare i tuorli dagli albumi e metterli da parte. Mettere in una ciotola i tuorli d'uovo e lavorarli con lo zucchero, utilizzando le fruste manuali. Incorporare al composto la farina setacciata e il burro fuso, tiepido. Mescolare accuratamente e unire le noci tritate. Montare a neve gli albumi e unirli delicatamente, mescolando dal basso verso l'alto. Versare in una tortiera dai bordi alti, imburrata e infarinata. Cuocere in forno caldo a 180°C per circa 45 minuti, verificando la cottura con uno stecchino. 

Novembre - parte seconda



I giorni passano veloci ed eccoci arrivati alla fine del primo mese di concorso Hero. Innanzitutto vorrei ringraziare tutti quelli che hanno partecipato al concorso del mese di Ottobre....grazie mille, siete stati fantastici e mi avete veramente stupito! Tra pochi giorni ci sarà l'estrazione e potrete controllare se siete voi i fortunati vincitori ad aggiudicarvi il set Barazzoni. Quindi, entro il 7 novembre, fate un giro sul sito hero (www.hero.it) e...incrociamo le dita!
Ma, se non avete vinto nulla...non temete...ci sono ancora due estrazioni! Quindi, niente paura, scovate una ricettina di crostata (magari ravanando nella scatola dei ritagli di giornale ne salta fuori una mai provata...), copiatela qui sotto tra i commenti, mettete nome-cognome-indirizzo mail e tenete incrociate le dita! (ecco, forse tenere le dita incrociate per tutto un mese è un tantino scomodo, soprattutto in cucina, ma, ecco, si fa per dira...non è testuale...).
Ripasso qui sotto, per tutti i nuovi partecipanti, il regolamento del concorso:
 - il premio è costituito da un set Barazzoni per crostate, comprendente una pirofila in ceramica, una confettura fruttissima Hero, una spatola in legno e un ricettario super eslcusivo.
 - per partecipare, su questo blog, dovete semplicemente copiare nei commenti una ricetta di crostata (meglio ancora se allegate anche una vostra foto della crostata, ma il testo nudo e crudo va comunque benone). Se avete un blog, è sufficiente mettere il link alla vostra ricetta (poi vado io a prendermi la ricetta, così ho anche una "scusa" per girovagare nei vostri blog e conoscervi). Dovete firmare la ricetta con il vostro nome-cognome e indicare il vostro indirizzo mail.
 - a fine mese, tramite estrazione (quindi non preoccupatevi troppo se ritenete che la vostra ricetta di crostata non sia all'altezza di un "concorso"), verrà decretato un vincitore, che si aggiudicherà il set Barazzoni (se volete fare due risate, guardatevi il video...).
 - il regolamento per esteso lo trovate sul sito www.hero.it

Il set è molto carino, partecipate numerose, non ve ne pentirete! sarà una bella occasione di conoscere ricette nuove...io ne ho già individuate un sacco molto interessanti e di certo mi metterò a provarne qualcuna! siete state bravissime!

a prestissimo!

giovedì 3 novembre 2011

ci siamo quasi...

Concorrenti, siete pronti?
...ci siamo quasi!
Entro il 7 novembre scopriremo chi si è aggiudicato il set Barazzoni. Visitate il sito www.hero.it!


e poi, come se nulla fosse, parte il secondo mese di concorso, vi aspetto numerosi!

martedì 1 novembre 2011

Pan dei morti





































Il pan dei morti è un dolce tipico del milanese, molto antico, preparato per rendere omaggio alle persone care scomparse e diffuso ormai in tutto il Nord d'Italia. Inutile dire che io lo adoro, come quasi tutti i dolci speziati che prevedono utilizzo di cannella, cacao e amaretti. Ho sempre creduto fosse estremamente complicato realizzare il pan dei morti...invece, è molto più semplice di quanto mi aspettassi! il risultato è molto buono, sono molto contenta (soprattutto perchè me li mangerò quasi tutti io)...

Ingredienti:

125 g di farina 00
150 g di zucchero
3 albumi
50 g di amaretti
200 g di biscotti secchi o frollini
25 g di cacao amareo in polvere
1 cucchiaino di cannella in polvere
una spolverata di noce moscata
60 g di mandorle e pinoli (30g+30g o secondo la vostra disponibilità)
120 g di uvetta ammollata in acqua tiepida o liquore
5 g di lievito chimico per dolci
50 ml di Amaretto di Saronno (ovviamente io ho scelto questo liquore, ma seguite il vostro gusto. La ricetta originale prevede l'utilizzo del vin santo)

Preparazione:

Tritare nel mixer i biscotti secchi, gli amaretti e le mandorle e i pinoli (la frutta secca), fino a ridurli in polvere. Mettere in ammollo l'uvetta, in acqua tiepida e un cucchiaio di liquore (Amaretto di Saronno). Nel frattempo, versare gli ingredienti tritati in una capiente ciotola e incorporare il cacao, la cannella, la noce moscata, la farina, il lievito e lo zucchero. Unire l'uvetta strizzata e, per ultimi, gli ingredienti liquidi: albumi e liquore, da aggiungere poco per volta, amalgamando ben bene. Mescolare tutti gli ingredienti, fino ad ottenere un impasto sodo e compatto. Lavorarlo in un panetto dalla sezione ovale e ricavare, con un coltello o una spatola, delle fette dello spessore di circa 1,5 cm. Disporre le fette su una placca da forno rivestita di carta forno, lavorare con le mani fino ad ottenere la forma desiderata (come le Offelle, all'incirca, ma più grosse) e cuocere in forno caldo a 180°C per circa 20 minuti. Una volta raffreddati, cospargere con zucchero a velo. Si conservano per più giorni, in una scatola di latta e sono più buoni se gustati dopo un giorno di riposo.