martedì 16 dicembre 2014

torta rustica di mele






































Eccomi qui, ancora panzuta per pochi giorni. Per ingannare l'attesa, mi sono dedicata alla cucina e, visto che avevo ancora qualche mela dell'albero dei miei genitori che languiva nella cesta, ho deciso di produrre una torta di mele (tratta da un blog, a questo link). Bella rassicurante, coccolosa e soprattutto semplicissima da fare (è una specie di quattro quarti, in cui compare l'olio al posto del burro. Perfetta per gli intolleranti al lattosio, dunque).

Ingredienti:

150 g di farina 00
150 g di zucchero
2 uova
mezza bustina di lievito chimico per dolci
1 cucchiaio di liquore (ovviamente amaretto di saronno)
2 cucchiai di olio evo

5 mele (quelle che avevo)

Preparazione:

In una ciotola capiente, unire lo zucchero con le uova e mescolare per bene con una frusta manuale. Aggiungere la farina setacciata con il lievito, il cucchiaio di liquore, l'olio e le mele tagliate a fettine. A piacere aggiungere un cucchiaino di estratto di vaniglia. Amalgamare il composto, versare in una tortiera e infornare in forno caldo a 180°c per una ventina di minuti (prova stecchino forever!).




giovedì 11 dicembre 2014

french toast al cioccolato

e panettone un pochetto secco da recuperare!
ispirazione presa da donna hay
























Premessa doverosissima: questa è stata la mia merenda-cena di una sera di metà dicembre (a una dozzina di giorni dal giorno fatidico del parto). Dunque non fatemi sentire in colpa per l'apporto calorico di questo dolce (anche perchè, in quanto donna in gravidanza gli ormoni fanno le bizze e potrei diventare una belva, se qualcuno mi contraddice) e godetevi con me queste settimane che precedono il natale. In effetti, nel caso mio e di dodo, l'avvento quest'anno è ancora più magico. In fin dei conti, il nostro bimbo arriverà proprio in quei giorni ed io non so ancora come sarà la nostra nuova vita. Per prepararmi al meglio, sto cucinando ogni bendiddio da surgelare e sto cercando di tenere sotto controllo la dispensa, per evitare la rincorsa a cibi scaduti e mezzi consumati. E' così che mi sono accorta di questo fondo di panettone...e cosa c'è di meglio che fare un bel french toast al cioccolato, con triplo strato? 

Ingredienti:

tre fette di panettone dimenticato
1 uovo
un paio di cucchiai di zucchero semolato
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
un goccino di latte (andate a occhio, è il sistema migliore)
50 g di cioccolato (anche qui, quello che avete in casa...io avevo avanzato mezza tavoletta e ho deciso di fare pulizia...)

Preparazione:

In un piatto dai bordi alti, unire l'uovo con il latte, la vaniglia e lo zucchero e mescolare con una forchetta. A parte, sciogliere il cioccolato e attendere che si risolidifichi un attimino, prima di spalmarlo sopra le fette di panettone. Impilare le fette di panettone, passare il triplo strato di dolcezza nel composto di uova, su ogni lato. Cuocere in una padella antiaderente con un pezzetto di burro fino a quando non sarà dorato. Impiattare, aspettare un paio di minuti (altrimenti vi ustionerete, fidatevi di me) e gustare!



giovedì 27 novembre 2014

Brownies alle castagne





































Periodo di voglie improvvise? beh, è proprio il mio caso...e, se le voglie coincidono con prodotti stagionali, non ci sono scuse che tengono...si deve sfornare! In questo caso, la voglia riguardava le castagne e, avendo in dispensa un bel sacchetto di farina di castagne, ho deciso di dare un occhio alle ricette proposte sulla confezione e di sperimentare il loro castagnaccio. In realtà, mi sono da subito accorta che non si trattava di un vero castagnaccio, ma più di una torta (dodo l'ha definito una specie di brownies e ho deciso di usare la sua descrizione come titolo), ma in fondo non è poi molto importante. La cosa più importante è che la torta era buona e me la sono mangiata tutta...non vorrete che il piccolino cresca con una voglia di castagna sulla faccia, vero?

Ingredienti:

400 g di farina (l'intero pacco della farina di castagne Lo Conte)
3 uova
150 g di zucchero
90 g di burro sciolto
420 g di latte
40 g di fecola di patate
1 pizzico di sale
1 bustina di lievito per dolci
30 g di cacao amaro
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
un bicchierino di liquore (io, come sempre, l'amaretto di Saronno)
uva sultanina a gò-gò
pinoli come sopra

Preparazione:

Unire tutti gli ingredienti con l'aiuto di uno sbattitore elettrico (meglio partire da uova, zucchero, burro, sale, cacao, farine e lievito, latte, estratto di vaniglia, liquore. Per ultime uvetta e pinoli. Versare in una tortiera bella grande (il dolce dovrebbe essere basso, per cui si suggerisce, se non si possiede una tortiera con diametro di 28 cm, di realizzare due tortina più piccole) e infornare in forno caldo a 170°C per 40 minuti (se si realizzano due tortine, i tempi scendono a 30 minuti max). Spolverare con zucchero a velo, a piacere (oppure coprire con una manciata di pinoli in cottura...io li avevo finiti tutti, mannaggia!).

giovedì 30 ottobre 2014

tortino alle nocciole con cuore di nutella





































Chi mi conosce lo sa (esordio quasi comico, che mi ricorda tanto la parodia di Alberto Tomba...mamma mia quanto sono vecchietta!), non ho deciso di abbandonare la cucina, non sto scioperando...è solo che ultimamente le mie priorità sono un po' cambiate...aspetto un bimbo (fuochi d'artificio, parata della banda di paese, rullo di tamburi, stelle filanti, bolle di sapone e trombette di carnevale...ovviamente tutto  insieme)! Visto che il mio metabolismo è cambiato negli ultimi mesi, ho cercato di ridurre la produzione di dolci e il blog è stato un "attimo" accantonato. Io non sono una blogger che cucina allo scopo di mettere sul blog le ricette...io cucino per mangiare e poi (ma solo poi) trascrivo la ricetta sul blog per futura memoria e per condividere con voi le ricette che più mi sono piaciute.
Dunque, veniamo alla mia ultima produzione...tortini alle nocciole con cuore di nutella.
Per il tortino alle nocciole, ho utilizzato la ricetta che trovate a questo link (sul mio blog...i tempi di cottura sono scesi a circa 20 minuti a 175°C, ma dipende dal vostro forno), mentre per la nutella...beh, l'ho comprata al supermercato e ne ho messo una cucchiaiata molto generosa al centro di ciascun tortino, prima della cottura. Più semplice di così...!
Per rendere il dolce più adatto ad un fine pasto, ho preparato una crema alla vaniglia. 
Riporto qui sotto la ricetta e il procedimento per la crema di accompagnamento.

Ingredienti:

250 ml di panna fresca
1 bacca di vaniglia
75 g di zucchero semolato
4 tuorli
75 ml di latte intero

Preparazione:

Mettere in un pentolino il latte, la panna e aggiungere la bacca di vaniglia (tagliata per il lungo e raschiata con la punta di un coltellino) e i suoi semi. Portare a bollore a fuoco dolce, spegnere la fiamma e lasciare in infusione per una mezzoretta. Nel frattempo, in una ciotola capiente, unire i tuorli con lo zucchero e sbattere con le fruste elettriche fino ad ottenere un composto soffice e spumoso. Trascorso il tempo di infusione, unire il composto liquido, dopo averlo filtrato e aver tolto la bacca di vaniglia, al composto di uova e rimettere tutto nel pentolino sul fuoco molto dolce, fino ad addensare la crema (mai superare gli 83°C). Spegnere, versare in una ciotola e, se non consumata subito, riporre in frigorifero coperta dalla pellicola (direttamente sulla crema).