lunedì 18 gennaio 2021

Number cake: auguri amore mio!

Buon compleanno, pietro! 6 anni!


Pietro ama le fragole, per cui la scelta della torta è piuttosto semplice...quest'anno ho scelto la famosa number cake e ne sono rimasta molto felice. E' piaciuta a tutti! La ricetta l'ho presa qui e ha funzionato bene, se non che, al momento di sollevare le due torte a forma di sei, le due basi si sono entrambe spaccate. poco importa, con la decorazione si camuffa quasi tutto;). Spero non me ne vorrà l'autrice della ricetta se mi limito a copiare qui sotto le sue preziose indicazioni. mi serviranno in futuro per tenere traccia della ricetta realizzata.

Ingredienti:

per la pasta sablè

-burro 225 g
-farina 00 380 g
-vaniglia
-limone la scorza grattugiata di 1
-tuorli 70 g
-zucchero a velo 150 g
-sale 1 pizzico

per la crema di farcitura

mascarpone 500 g
latte condensato 150 g
panna fresca liquida 250 g

per la gelèe di fragola

fragole 250 g
zucchero semolato 30 g
pectina 5 g
succo di limone qualche goccia

fragole, mirtilli e lamponi per decorare

Preparazione:

Dentro la ciotola di un robot da cucina munito di lame (cutter), versa la farina e il burro freddo da frigorifero a cubetti; aziona la macchina per 20 secondi fino a ottenere un composto dalla consistenza sabbiosa. A questo punto aggiungi lo zucchero a velo, i tuorli, la vaniglia, la scorza di limone e il sale; aziona ancora la macchina fino a che gli ingredienti si raccoglieranno assieme. Ribalta il composto sul piano di lavoro, amalgamalo e dividilo a metà. Stendi ogni metà tra due fogli di carta forno facendo attenzione ad ottenere una superficie grande abbastanza per la sagoma che hai scelto; lo spessore ideale della sfoglia deve essere di 3-4 mm. Metti la sablée in frigorifero a rassodare per mezz’ora, poi ritaglia le due sagome avendo cura di non spostarle mai dalla carta forno sottostante. Inforna le sagome in forno ventilato a 160° per 15-20 minuti* (oppure in forno statico a 175°) e poi sfornale e lasciale raffreddare completamente prima di toglierle dalla teglia. Con la frolla avanzata forma dei piccolissimi biscotti che infornerai dopo la torta e che ti serviranno per la decorazione.

per la gelèeIn un pentolino metti le fragole a cubetti e scaldale fino ad arrivare a 40°. Aggiungi lo zucchero semolato mischiato con la pectina e porta a ebollizione, poi spegni il fuoco e aggiungi il succo di limone. Frulla tutto con il frullatore a immersione, versa in una ciotola, copri con pellicola a contatto e poni in frigorifero a raffreddare. Una volta che la tua gelée è fredda trasferiscila in una sac a poche.

Per la cremaIn una ciotola ben fredda metti il mascarpone, la panna e il latte condensato; inizia a montare con delle fruste fino a ottenere una consistenza densa e spumosa come una mousse. Fai attenzione a non montare troppo gli ingredienti, altrimenti rischieresti di stracciare la crema. Una volta pronta poni la crema dentro una sac a poche munita di bocchetta liscia del diametro di 1 cm e tienila in frigorifero fino al momento dell’utilizzo.

COMPONI E SERVI

Prendi le sagome di pasta sablée e disponi la prima sul piatto da portata, mettendo sotto di essa qualche spuntone di crema in modo da tenerla ferma.

Inizia a spremere gli spuntoni di crema dai bordi esterni verso l’interno riempiendo tutta la sagoma. Disponi qualche lampone tra la crema: oltre che a decorare, i frutti ti serviranno anche per supportare il peso del piano superiore.

Cospargi la superficie con la gelée, poggia la seconda sagoma sopra la prima e ripeti l’operazione mettendo la maggior cura possibile nella decorazione con la frutta. Termina di decorare la tua number cake con qualche biscottino.

venerdì 11 dicembre 2020

biscotti a bastoncino, di San Nicola



L'avvento questo Natale è speciale, in casa nostra...i bimbi sono molto più partecipi e consapevoli e vedo l'emozione nei loro occhi ogni giorno. Mi sembra di tornare bambina anche se non so nemmeno se sono mai stata come loro, se sapevo gioire di nulla e se sapevo donare, oltre che ricevere. Quindi non so, forse non si torna bambini quando si diventa genitori, ma si gode della bellezza dell'infanzia con la maturità e la vita che abbiamo nei nostri occhi. Io sono grata di avere questa occasione, imparo tanto su me stessa e sugli altri, anche se ci sono pomeriggi molto lunghi fatti di piccoli dispetti tra fratelli, che eviterei mooooolto volentieri. Il rovescio della medaglia c'è sempre, d'altra parte.
Quest'anno, per San Nicola (6 dicembre), abbiamo preparato dei biscotti a forma di bastoncini (candycanes bianchi e rossi), utilizzando una base di pasta frolla classica, con aggiunta di cacao e cannella per la parte scura e semplice vaniglia per la parte chiara. Sono piaciuti moltissimo a tutta la famiglia, sbranati in mezza giornata. Con questa quantità, sono usciti circa una 30ina di biscotti.

Ingredienti:

225 g di farina
20 g di cacao in polvere (io uso cacao raw, più intenso e si sente)
125 g di zucchero semolato
125 g di burro
1 uovo
un cucchiaino di cannella
i semi di una bacca di vaniglia

Preparazione:

Impastare la frolla come d'abitudine (io in genere parto da zucchero e burro, poi aggiungo l'uovo e la farina), utilizzando 200 g di farina. Creato il panetto di frolla, dividerlo in due parti: ad una parte unire i 20 g di cacao e il cucchiaio di cannella, all'altra parte aggiungere 25 g di farina e le bacche di una stecca di vaniglia. Mettere i due pezzi di frolla in frigorifero a riposare e raffreddare per mezz'oretta. Trascorso questo tempo, iniziare a dividere l'impasto in tanti pezzettini (io ho usato circa 17 g alla volta) e fare dei filoncini abbastanza sottili (qui i bimbi sono stati bravissimi e si sono molto divertiti). Unire due filoncini di colori diversi e creare la forma del bastoncino. Mettere sulla teglia coperta di cartaforno e cuocere in forno caldo a 180°C per 15 minuti circa (io ho esagerato e sono rimasti un pochino duretti, la prossima volta sorveglierò meglio a cottura).



domenica 6 dicembre 2020

Budino cachi-cacao



Sì, lo so bene, sono decisamente l'ultima a scrivere di questo budino cachi-cacao...forse con qualche anno di ritardo, pure. Ma che ci volte fare? sono vintage, io! Questo budino è un ottimo dolce a base di cachi ed è perfetto per chi come me, in autunno, non riesce a resistere alla tentazione di acquistare i cachi dal fruttivendolo (non so proprio perchè, non li amo alla follia, ma alla fine torno sempre a casa con almeno due cachi. La mia è una cachi ossessione...o forse sarà una specie di senso di colpa per non consumare sempre e comunque la frutta e la verdura di stagione? ancora non sono giusta ad una conclusione, ma prima o poi scioglierò il nodo e sarò libera dalla ricerca delle ricette con i cachi). questa ricetta è super semplice e molto carina, anche da presentare come dessert autunnale.


Ingredienti:

100g di cachi maturi (belli morbidi e zuccherini)

10 g di cacao (io uso quello raw, molto intenso)

due cucchiai di sciroppo di datteri e uno di acero, come dolcificanti naturali (perchè il mio cacao è molto forte e amaro)


Preparazione:

Frullare nel minipimer i cachi (dopo aver tolto la pelle). Aggiungere il cacao e i dolcificanti e mixare. Versare negli stampi da budino (io ho assaggiato per aggiustare lo zucchero ed è super buono!) e mettere nel frigorifero a rassodare per almeno due orette.

Ribaltare gli stampi (dopo aver passato la lama di un coltello bagnata, sul bordo) e spolverare con amaretti sbriciolati e cannella.

Buonissimo!


venerdì 26 giugno 2020

torta di ricotta e latticello


Sono mesi che cerco la ricetta giusta per la torta di ricotta e devo dire che finalmente l'ho trovata! Tutto merito del lavoro fatto dalla ragazza che tiene il canale youtube Carodiario, che ha messo a punto una ricettina molto equilibrata e che ringrazio molto, anche per come registra i video, molto simpatici e senza l'aria un tantino spocchiosa che spesso hanno le maestrine di cucina. I miei bimbi la adorano (e anna vorrebbe la sua lunga treccia).

Ingredienti:

latticello: scorza di un limone, succo di un limone e 50g di latte intero a temperatura ambiente

4 uova
180 g di zucchero semolato
125 g di ricotta
50 g di olio di semi
un cucchiaino di estratto di vaniglia
250 g di farina
1 cucchiaio di fecola di patate
1 bustina da 16 g di lievito chimico per dolci

Preparazione:

Per prima cosa preparare il latticello unendo la scorza di limone, il succo e 50g di latte. Coprire e lasciare riposare fino al momento di utilizzo.
In una capiente ciotola montare le uova con le fruste elettriche. Unire quindi lo zucchero e montare il composto per circa 5 minuti, fino a quando sarà chiaro e spumoso. A questo punto aggiungere la ricotta e il latticello e azionare nuovamente le fruste per amalgamare il tutto. Unire quindi l'olio di semi e l'estratto di vaniglia e, sempre con le fruste (ma il composto farà schizzi, essendo più liquido, quindi meglio usare intermittenza), amalgamare con cura. Per ultime aggiungere le polveri (farina, fecola e lievito) accuratamente setacciati tra loro, per evitare la formazione di grumi. Versare il composto in una tortiera di 22 cm (ho provato anche lo stampo da plumcake e lo trovo stupendo perchè poi io taglio a fette e posso servire la torta spalmata con marmellata o crema al cioccolato e i bimbi ne sono entusiasti) e informare in forno caldo a 180°C per circa 50 minuti, controllando la cottura ed eventualmente coprendo con foglio di alluminio. Servire con una spolverata di zucchero a velo.
Buonissima, soffice e si mantiene a lungo la sua sofficità!

(perdonate la foto urenda, ma è finita in un lampo e mi ero dimenticata!)